#JeSuisCharlie, la solidarietà è anche e soprattutto online

je-suis-charlie-app

Il grave attentato alla sede del giornale satirico Charlie Hebdo a Parigi ha portato svariate manifestazioni di solidarietà nelle piazze delle città di tutto il mondo. Ma la solidarietà alla città parigina non è arrivata solo dai tipici e consueti luoghi del popolo come le piazze, è giunta anche dai nuovi media tecnologici. Due ragazzi francesi hanno ideato un’app che prende spunto e valore dall’ormai noto e virale slogan “Je suis Charlie”. E’ disponibile in forma gratuita sull’Apple Store, e mostra una mappa del mondo in cui si possono vedere tutte le persone che hanno mostrato ed evidenziato la propria solidarietà con l’applicazione. Le adesioni fin qui hanno raggiunto quota 90mila.

Lo slogan #JeSuisCharlie è diventato immediatamente virale e sul social Twitter è diventato uno dei trend più seguiti. Grazie alle nuove tecnologie del web e ai device mobile la solidarietà ha assunto una portata decisamente più globale, portando soprattutto i social network a diventare le nuove piazze della gente.

Tornando a quanto detto sopra, l’app sta avendo un successo incredibile anche perchè è stata immediatamente approvata. Infatti, alcune voci di corridoio raccontano che i due ideatori hanno inviato una e-mail direttamente all’Ad di Apple, Tim Cook, che a sua volta ha immediatamente approvato la pratica, rendendo l’applicazione immediatamente disponibile sullo store.